GENERAZIONE X : MUTAZIONI DELLA SCENA TEATRALE ITALIANA

MEETING NAZIONALE GENERAZIONE X Mutazioni della Scena Teatrale Italiana

25 luglio 2017 | ore 10:00 – 13:00 / ore 15:00 – 18:00

Festival Le Città Visibili | Centro Rimini Innovation Square (Corso D’Augusto, 62 Rimini)

GENERAZIONE X : Mutazioni della Scena Teatrale Italiana

MEETING NAZIONALE

 

 

Incontro a cura del Progetto Dominio Pubblico e Le Città Visibili

Conducono l’incontro
Gerardo Guccini/DAMS – Università di Bologna
Fabio Biondi/l’Arboreto/Teatro Dimora di Mondaino
Lorenzo Donati/Altre Velocità
Sergio Lo Gatto/Teatro e Critica

 

Il Quarto meeting annuale Dominio Pubblico 2017 quest’anno viene ospitato dal Festival ‘Le Città Visibili’ di Rimini. Dal 2014 Dominio Pubblico è una delle 12 realtà riconosciute dal MIBACT ad occuparsi di promozione e formazione del pubblico. È un network formato dalle associazioni A.S.A.P.Q./Teatro dell’Orologio e Argot Studio di Roma e altre tre realtà nazionali –Artificio di Como – Le Città Visibili di Rimini – Jobel Teatro di Rieti– che da quattro anni si interroga sulle ‘best practices’ di audience development e engagement e sulle attività nazionali di Guida alla Visione e Spettatori Attivi, seguendo l’esempio del Kilowatt Festival di Sansepolcro diretto da Luca Ricci, anche ideatore e parte della direzione artistica del progetto Dominio Pubblico Under 25, rivolto alle giovani generazioni.

In Italia sono oggi molti gli esempi di progetti dedicati alla formazione del pubblico e che praticano esempi di direzione artistica condivisa, alcune di queste con una maggiore attenzione rivolta al coinvolgimento attivo di giovani spettatori a cui viene spesso anche affidata la responsabilità di svolgere una funzione di ‘osservatorio’. Possiamo individuare nella Konsulta di Modena, nelle Avanguardie di Bologna, nella Direction Under 30 di Gualtieri e negli Under 25 di Roma dei validi esempi di direzioni artistiche under 30 ormai consolidate e attive nei territori che hanno avuto, in questi anni, la capacità di individuare e fare emergere –attraverso la loro azione- molte compagnie e collettivi artistici appartenenti alla stessa soglia generazionale.

Complici di questo processo molte realtà che tentano da anni di rendere visibile l’invisibile, attraverso il sostegno alle formazioni indipendenti, alle pratiche di residenza o ai processi di azioni culturali partecipate. Sempre più frequente il consolidamento di queste esperienze all’interno di ‘azioni di rete’ capaci di fortificare e tutelare questi processi rendendoli ancora più visibili e concreti, lasciando lentamente emergere un nuovo tessuto teatrale e sociale che sta di fatto trasformandosi, mutandosi, evolvendosi.

Si può analizzare quanto accaduto quest’anno al Premio Nazionale InBox, che tende a favorire l’emersione di compagnie che altrimenti sarebbero rimaste in una zona ‘invisibile’ e che invece, attraverso un’osservazione plurale e partecipata, guadagnano la possibilità di circuitare a livello nazionale.

Non sono estranee ormai a questo processo neppure le realtà più istituzionali: La Biennale di Venezia, proseguendo e rilanciando la decennale prospettiva formativa di Alex Rigola, sotto la direzione artistica di Antonio Latella decide di investire risorse e attenzione su un percorso dedicato principalmente a giovanissimi artisti e registi italiani. Ruggero Cappuccio al Festival di Napoli 2017 dedica ampio spazio alla formazione con grandi maestri. Al nord la Fondazione Cariplo lancia una rete chiamata Funder 35 che di fatto agisce da sostegno per start-up nel settore creativo e dello spettacolo dal vivo.

Per questo la direzione del progetto Dominio Pubblico ha deciso di dare spazio a queste voci, con l’intento di aprire un’ampia riflessione sul senso di queste pratiche e sulla loro lunga durata. Per questo abbiamo chiesto anche il coinvolgimento di osservatori privilegiati che stanno già seguendo questo fenomeno con attenzione, cercando di raccontarne le evoluzioni.

Ospiti del convegno tutte le realtà nazionali che si occupano di formazione del pubblico in una fascia under 30.

 

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

h 10:30 registrazione e accoglienza presso Innovation Square, corso d’Augusto 62, Rimini

saluti di Linda Gennari e Tamara Balducci direttrici del Festival Le Citta Visibili (Rimini) 

 

h 11-13 Prima Parte – Meeting (presso Innovation Square, corso d’Augusto 62, Rimini)

introducono Luca Ricci direttore del Kilowatt Festival/Capotrave (Sansepolcro) e del progetto internazionale BeSpectACTive!Tiziano Panici direttore artistico del Festival Dominio Pubblico_La Città Agli Under 25/Argot Studio (Roma) 

conducono Gerardo Guccini, docente presso DAMS-Università di Bologna – Fabio Biondi direttore artistico de l’Arboreto/Teatro Dimora di Mondaino 

 

h 13:15 Pranzo presso Osteria de’ Borg, via Forzieri 12, Rimini 

 

h 15-18 Seconda Parte – Tavoli di Lavoro

conducono Lorenzo Donati/Altre Velocità (Bologna); Sergio Lo Gatto/Teatro e Critica (Roma)  

 

h 18:30 Aperitivo nel Giardino di Palazzo Lettimi, sede del Festival “Le Città Visibili”

(presso via Tempio Malatestiano 26, Rimini)

 

h 21:30 Spettacolo “Pinocchi”

Produzione “Progetti Carpe Diem/La casa delle storie” in collaborazione con “Il Lavoratorio” di Firenze – Regia di Andrea Macaluso – Con Michele Demaria, Giusi Merli, Mila Vanzini – Costumi Alessandro Lai – Luci Marcello D’Agostino

 

 

INTERVENTI OPERATORI:

Direzione Progetto Dominio Pubblico

Luca Ricci [ideatore del progetto Dominio Pubblico/Kilowatt Festival/Italia dei Visionari/BeSpectactive] – Tiziano Panici [Festival Dominio Pubblico_La Città Agli Under 25/Argot Studio-Roma] – Linda Gennari e Tamara Balducci [Festival Le Citta Visibili – Rimini] – Ivana Franceschini [Artificio-Como] – Marinella Montanari [Gruppo Jobel Teatro-Rieti]

Roberto Naccari [direzione generale Santarcangelo dei Teatri] – Andrea Acerbi [Direction Under 30/Teatro Sociale di Gualtieri] – Stefano Tè [Festival Trasparenze/Teatro dei Venti – Modena] – Nicola Borghesi [Festival 20 30/Kepler452 – Bologna] – Fabio Biondi [l’Arboreto/Teatro Dimora di Mondaino] – Elena Di Gioia [Progetto Agorà – Bologna] – Maurizio Corradini e Giulia Anghinoni [Giovani Direzioni/MaMiMò – Reggio Emilia] – Loredana Parrella [CIE Twain-Centro di Produzione Danza del Lazio/Premio Direzioni Altre – Ladispoli] –  Fabrizio Trisciani e Francesco Perrone [Premio InBox/Straligut – Siena]

 

DIREZIONI ARTISTICHE UNDER 30:

Gli Under (Roma) – La Konsulta (Modena) – Le Avanguardie (Bologna) – Direction Under 30 (Gualtieri)

 

 

“LE CITTÀ VISIBILI” È UNA RASSEGNA TEATRALE E MUSICALE ESTIVA, che giunge nel 2017 alla sua V edizione, e che si tiene a Rimini nel giardino di Palzzo Lettimi, un antico e prestigioso palazzo della Città, andato distrutto durante la Seconda guerra mondiale. Ora è un piccolo hortus conclusus in cui sono sorti sambuchi, fichi e piante di ogni genere attorno alle rovine. Grazie a progetti come “Le città visibili” sta diventando uno spazio artistico a tutti gli effetti, così come all’arte e alla musica il suo proprietario, donandolo al Comune, lo voleva dedicare. Questa rassegna rappresenta un’iniziativa dal sapore nuovo, capace di coniugare stili differenti e originali, ed è ricca di appuntamenti degni di nota e di richiamo nazionale e internazionale. Le serate sono ad ingresso libero, e questo ne permette la fruizione ad un pubblico molto vasto e diversificato.

 

 

Programma del Festival

Evento Facebook

Scarica il Comunicato Stampa

 

 

Per maggiori informazioni:

organizzazione@dominiopubblicoteatro.it | +393296251327

stampa@dominiopubblicoteatro.it | +393297728673

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *