May 27, 2017

ARTI VISIVE & PERFORMANCE

DOMINIO PUBBLICO_la città agli Under25
(30 maggio – 4 giugno) Teatro India

 

L’ingresso alle esposizioni e alle performance è gratuito e aperto dalle 17 alle 21.30, domenica dalle 16 alle 22

 

Martedì 30 maggio ore 18.30 | Foyer A

INCONTRO con gli artisti selezionati e presentazione delle opere in esposizione.

 

EPPURE C’È STATA UN’ ETÀ DELL’ORO

olio su tela di Eleonora Nanu

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer A

La ricerca pittorica di Eleonora Nanu nasce da questo assioma: è esistita un’epoca in cui il rapporto tra uomo e natura era perfetto e completamente armonico. Non vi erano bisogni o necessità, la natura provvedeva generosamente a tutto e l’uomo ne era parte integrante. Un’utopia forse, ma la sensibilità pittorica può aiutarci a risvegliare quelle emozioni, rivelando un rapporto nuovo e al contempo antico con la natura.

 

WEDERGEBOORTE (Rinascita)

stampe fotografiche di Flavia Pollastrini

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer B

L’artista riprende quadri famosi, rivisitandoli in chiave critico-moderna, rendendoli totalmente decontestualizzati e a tratti parodici. Ricostruisce opere fondamentali dell’immaginario contemporaneo donando all’osservatore un punto di vista sempre nuovo con accostamenti irriverenti e ironici.

 

ALBA

illustrazioni su carta di Ludovica Cefalo

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer B

Illustrazioni su carta liberamente ispirate dal linguaggio della poesia. Su questi elementi si concentra il lavoro artistico di Ludovica Cefalo. I tratti leggeri della pennellata, ma al contempo decisi,  rievocano la condizione fragile della poesia e i colori pastello rendono labili i confini delle solide figure.

 

STROMBOLI

stampe fotografiche di Cesare D’Arco

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer A

A Nord-Est della Sicilia, come un faro nel Mediterraneo, si erge Stromboli. Quando sono arrivato per la prima volta sull’isola, nel 2016, l’incomparabile varietà e ricchezza dei paesaggi, la cenere, le lave, la roccia vulcanica mi hanno travolto. L’isola preserva le vestigia del passato e le restituisce perfettamente conservate. I suoi 400 abitanti, come sospesi nel tempo, sono dediti alla pesca, all’agricoltura e abitano i caratteristici borghi presenti sull’isola. Come quello di Ginostra  dove si arriva solo con il mulo e sembra di tornare indietro nella storia, in un posto dove il tempo si è fermato e si vive ancora come nell’antichità. Gli Strombolani si sono battuti per preservare le strade dall’illuminazione artificiale e così le stellate a Stromboli sono indimenticabili e luminose al punto da poter camminare senza l’ausilio delle lampadine tascabili.

 

INNER WORLDS

disegno digitale di Stefania Sgreva

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer B

Illustrazioni a tema teatrale in cui l’attore camaleonticamente spazia tra generi, culture e momenti storici del teatro, a cui si sommano opere di carattere più intimo, in un linguaggio artistico innovativo e profondamente personale. Questi disegni sono tratti da una vasta raccolta personale di “Inner Worlds” (Mondi Interiori) una galleria artistica dei temi stilistici che ricorrono frequentemente nei lavori di Stefania Sgreva come ad esempio: il Giappone, universi paralleli interconnessi, una fascinazione estetica per l’anatomia e il cuore umano, la dimensione onirica.

 

SPAZI ALTRI

stampe fotografiche di Simone Galli e Federico Cianciaruso

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer B

Spazi altri è un progetto fotografico che nasce da due ricerche individuali, che si scoprono affini per le influenze e poi per i risultati. Da un punto di vista compositivo sono forti le influenze estetiche di fotografi come Luigi Ghirri, Stephen Shore e Joel Meyerowitz e degli scritti di Michel Foucault. Il testo “Utopie Eterotopie” costituisce un punto fermo di questa ricerca visiva.

 

NUVOLE

di Francesca Longo

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer A

L’illustrazione evoca con semplicità i caratteri di mutevolezza e fuggevolezza propri del teatro e dell’arte, che come tante nuvole ogni giorno vanno e vengono, cambiando continuamente forma. L’apparenza e la finzione si celano dietro le maschere, che, una volta calate, lasciano il posto a volti comuni. Proprio come un quadratino di carta che, ripiegato su se stesso, può fingersi farfalla.

 

MÉLANGE

di Simona Randazzo

Dal 30 Maggio al 4 Giugno | Foyer A

L’illustrazione realizzata è una sintesi grafica di ciò di cui si occupa Dominio Pubblico. Si tratta di un insieme di persone che si trovano simultaneamente nello stesso spazio e nello stesso tempo, accomunate dalla passione per l’arte. Se osservi con occhio attento, troverai all’interno dell’illustrazione vari riferimenti al panorama culturale passato e presente.

 

La direzione del Festival “Dominio Pubblico_la città agli under 25” in collaborazione con Officina b5, scuola di illustrazione situata nel cuore del Rione Trastevere, ha indetto un contest cui gli studenti hanno preso parte.

 

 

PERFORMANCE | INSTALLAZIONI

 

HOOP-237

performance audiovisiva di Enrico Piraino

Mercoledì 31 maggio ore 19.00 | India In

Hoop-237  è una rappresentazione audiovisiva, in chiave moderna, della teoria della “Musica delle sfere”. Interamente sviluppato su Max/Msp, si tratta di un lavoro di sintesi su di un effetto particellare aleatorio e di un’elaborazione di campioni provenienti, principalmente, dal canale Soundcloud della Nasa. Hoop-237 vuole essere un paesaggio sonoro e visivo del nostro universo e delle sue armonia.

 

FABBRICA Ø dialoghi, video, performance

a cura del Collettivo “NAVA” nell’ambito della Business School Sole 24 ORE con la direzione artistica di Benedetta Carpi De Resmini e la collaborazione degli studenti dell’undicesimo master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali.

Mercoledì 31 Maggio

Tavola Rotonda sul tema del lavoro ore 17.00 | Foyer A

Spettacolo-performance ore 21.00 | Sala B

Un evento sul lavoro concepito per un solo giorno. Performance, opere video e installazioni nell’ex stabilimento industriale rinato come luogo di produzione di idee e cultura: il Teatro India per una sera diventa il centro di una riflessione sulla formazione e sul lavoro, sulla condivisione di idee e progetti, ma anche sulla frattura e sulla crisi, sulla forza della cultura come elemento di analisi del passato, rilettura del presente ed anticipazione del futuro.

fabbrica Ø si apre con un talk sul tema del lavoro e a seguire gli spettatori partecipano ad uno spettacolo costellato delle opere degli artisti Valerio Rocco Orlando, Filippo Riniolo, Elena Bellantoni e Mariana Ferratto, Elena Mazzi e Giulia Fiume, che ci interrogano e coinvolgono in prima persona sulle tematiche precedentemente dibattute.

Vai all’evento