Short Theatre parte 1. Cercando di entrare nel presente.

Il mio primo giorno di festival tecnicamente era già il secondo; odio essere in ritardo perché poi ho l’ansia di tutte le cose che devo recuperare, tipo capire gli orari, i compiti, riconoscere le facce, ricordare i nomi. Questo periodo dell’anno che già non è più estate ma fa caldo e c’è ancora una luce[…]

Uccidiamo il genio folle. Riflessioni su “La più lunga ora. Ricordi di Dino Campana” di Vinicio Marchioni

C’è un filo rosso che guida i versi di questa storia: la donna. Prima la madre che odia il figlio, poi l’amante che tenta di salvarlo. La madre fonte di delusione e rabbia che distrugge quell’immagine bella di donna, il poeta che cerca e ricerca quest’immagine nonostante la malattia che ormai lo annebbia. Nonostante non[…]

9 giorni di Kilowatt: vita da villeggianti, nuove amicizie, emozioni..

Oggi sono 9 giorni che siamo a Sansepolcro,è l’ultimo giorno di festival e già ieri la malinconia ha iniziato a farsi sentire, almeno per me. Abbiamo trascorso tanto tempo insieme, e siamo stati attraversati dalle emozioni più varie. Mi rendo conto della fortuna di partecipare a questo bando dell’ Agenzia Nazionale Giovani, progetti come questo sono[…]

Intro – La Villeggiatura

Kilowatt è l’unita di misura della potenza, cioè la quantità di energia emessa / assorbita nell’unità di tempo. E quando ci si ritrova in 25 ragazzi sotto i 30 anni, provenienti da diverse parti d’Italia, con un’unica vocazione all’arte, che però si manifesta in modi del tutto differenti – chi è attore, chi drammaturgo, chi organizzatore,[…]

Cosa cerchiamo nel teatro?

  La complessità della scena contemporanea: rintracciare il percorso della rappresentazione teatrale è certamente il compito e se vogliamo la missione più stratificata per il critico e per lo spettatore che si ritrovano ad assistere ad uno spettacolo. Il confronto, diretto o indiretto, sull’ontologia (il più delle volte squisitamente presunta) dell’oggetto scenico, sembra assumere un[…]

Rivoglio tutto indietro

Signore e Signori il giorno che tanto aspettavamo è arrivato sarà un furente giorno come i nostri occhi ad ogni sottrazione v’è solo un’indecisione da dove cominciare dal sole forse che non è più sorridente come nei fogli dei quaderni delle elementari potrebbe star bene altro facciamo che s’inizia dai ricordi degli zaini slacciati all’uscita[…]