May 21, 2017

Workshop

Dal 26 maggio al 1 giugno
LA RIVOLUZIONE È FACILE SE SAI CON CHI FARLA
con Nicola Borghesi | Kepler-452 

Nell’ambito di Festival 20 30, Kepler-452 realizza nel 2015 “La rivoluzione è facile se sai CON CHI farla”, in cui 16 under 30 sono stati invitati ad indicare quale fosse la persona più rivoluzionaria tra quelle che conoscessero personalmente. I rivoluzionari, individuati attraverso questo meccanismo di invito, sono stati incontrati e messi in scena nell’ambito di una regia complessiva che ha provato a rispondere alla domanda: chi sono, oggi, i rivoluzionari? “La rivoluzione è facile se sai CON CHI farla” è diventato un format esportabile. Nei diversi luoghi in cui ci troviamo tentiamo di individuare e portare in scena, secondo meccanismi di reclutamento variabili, i rivoluzionari locali. Coloro che creano punti di rottura, faglie nella realtà che vivono. Li intervistiamo, passiamo pomeriggi, a volte intere giornate, con loro. Ci piace dire che tentiamo di magnificare l’identità delle persone indagandola e portandola in scena, proviamo a strapparle al quotidiano, restituendole al luogo al quale ci pare appartengono: quello della meraviglia.

L’ultimo giorno di laboratorio è prevista una restituzione pubblica.

Dove e quando:
FOYER DEL TEATRO VALLE  (Via del Teatro Valle, 21)
Venerdì 26 maggio, dalle 16 alle 19.30
Sabato 27 maggio, dalle 15 alle 19.30
Domenica 28 maggio, dalle 15 alle 19.30
INDIA IN | Teatro India (Lungotevere Vittorio Gassman)
Linedì 29 maggio, dalle 15 alle 19.30
Mercoledì 31 maggio, dalle 14 alle 19.30
Restituzione pubblica del laboratorio creativo: Giovedì 1 giugno dalle 16 alle 17 

PARTECIPAZIONE GRATUITA
Il laboratorio creativo permette un numero massimo di 12 partecipanti.
Per iscriversi è necessario allegare il proprio CV.
Per saperne #dippiù o iscriverti scrivi a info@dominiopubblicoteatro.it

 

Dal 2 al 4 giugno
LABORATORIO GRAPHIC JOURNALISM
con Takoua Ben Mohamed | Graphic Journalist & screenwriter 

Il laboratorio di graphic journalism de “Il fumetto intercultura” consiste nell’insegnamento delle tecniche di comunicazione tramite il fumetto su temi sociali, raccontando storie realmente accadute. Si inizia con l’apprendere le tecniche basi del fumetto, dagli stili grafici, alle inquadrature, ai personaggi. Poi si passa alla sceneggiatura, si fa una ricerca del tema e della storia da raccontare, a volte andando ad intervistare persone reali. Si ricerca l’ambientazione in cui si svolge la storia, il periodo storico-politico, le usanze culturali e tradizionali e lo stile del racconto, ironico, satirico o drammatico. Si semplificano le informazioni raccolte e si stende la sceneggiatura. Infine, si disegna un’anatomia coerente con il carattere e si arriva alla semplificazione grafica del racconto.

L’ultimo giorno di laboratorio è prevista una presentazione pubblica per raccontare il fumetto e condividere le motivazioni della scelta del tema e l’esperienza avuta nel realizzarlo.

Giorno 1 
tecniche basi del fumetto
character design
sceneggiatura fumetto, ricerca del tema e scelta dello stile di racconto
disegno pratico

Giorno 2 
disegno pratico

Giorno 3
presentazione pubblica e la proiezione dei lavori dei partecipanti

Takoua Ben Mohamed è una giovanissima fumettista, graphic journalism e screenwriter tunisina, ideatrice del “fumetto intercultura”. Ha lavorato su temi quali diritti umani, integrazione, seconde generazioni, immigrazione, razzismo raccontando storie realmente accadute.

Dove e quando:
Teatro India (Lungotevere Vittorio Gassman)
venerdì e sabato dalle ore 15 alle 18,
domenica dalle 10 alle 13

PARTECIPAZIONE GRATUITA
Il laboratorio creativo permette un numero massimo di 15 partecipanti .
Per iscriversi è necessario allegare il proprio CV.
Per saperne #dippiù o iscriverti scrivi a info@dominiopubblicoteatro.it

 

Guarda i fumetti realizzati al laboratorio:

Alfredo Toriello “Una visione dal basso”

 

 

 

 

 

Daria Verna “Vacanze in Grecia”

 

 

 

 

 

Alessandro Lalli