L’interpretazione dei sogni

Ph. Filippo Manzini L’interpretazione dei sogni  Un occhio. Un enorme occhio. Non si sa per quanto starà lì a guardarci. Massini è ritto e composto davanti a noi, indossa degli abiti che sembrano quasi voler richiamare quelli indossati dall’uomo in cui si sta per incarnare. Che voce! Non viene dalla bocca ma dagli occhi. Ci[…]

Il cavaliere inesistente

ph Claudia Pajewski Il cavaliere inesistente  La ricerca di un qualcosa che dia un significato al nostro essere è ciò che smuove il desiderio di cimentarsi in nuove avventure, lo sprone che induce ognuno di noi a metterci costantemente in gioco segnalando la nostra presenza in un mondo nel quale, per quanto paradossale possa sembrare,[…]

Uno sguardo dal ponte

Al Teatro Argentina di Roma viene portato in scena “Uno Sguardo dal Ponte” con la regia di Massimo Popolizio e la traduzione di Masolino D’Amico. L’opera teatrale venne composta nel 1949 dallo scrittore statunitense Arthur Miller ed è tratta da un fatto realmente accaduto di cronaca nera dal quale lo scrittore rimase profondamente colpito. Questo[…]

Sylvie e Bruno

Liberamente tratto da Sylvie e Bruno di Lewis Carroll, va in scena al Teatro India di Roma lo spettacolo omonimo di Chiara Lagani e Luigi de Angelis, con Andrea Argentieri, Marco Cavalcoli, Chiara Lagani, Roberto Magnani ed Elisa Pol.  L’evento giunge in occasione dell’uscita, per Einaudi, del terzo romanzo di Lewis Carroll, nella nuova traduzione[…]

Bros

  L’abitudine è il più spietato dei veleni perché entra in noi lentamente, silenziosamente, cresce a poco a poco nutrendosi della nostra inconsapevolezza e quando scopriamo d’averla addosso ogni fibra di noi s’è adeguata, ogni gesto s’è condizionato, non esiste più medicina che possa guarirci.”   ORIANA FALLACI, “UN UOMO” 1979. Romeo Castellucci – Leone d’Oro alla[…]

Nottuari: l’oscura retrospettiva dell’animo umano

Nottuari, del regista e drammaturgo Fabio Condemi, non è un semplice spettacolo teatrale ma una vera e propria struttura labirintica composta da differenti tele narrative ispirate alle opere dello scrittore e saggista di letteratura horror contemporanea Thomas Ligotti, che prendono vita all’interno di uno spazio scenografico geometrico e spigoloso, pallido e privo di anima. Ad[…]

Ritorno a “Furore”

Al Teatro Argentina di Roma viene portato in scena da Massimo Popolizio “Furore”, opera teatrale che ha la sua origine nell’omonimo romanzo scritto da John Steinbeck. La rappresentazione parte con un incipit che introduce la storia allo spettatore: vediamo quindi Popolizio che impersonando lo scrittore statunitense, batte sui tasti di una macchina da scrivere l’inchiesta[…]